Gioco da tavolo Brivido: Recensione della nuova versione, opinioni e prezzi


Gioco da tavolo Brivido

Come ti comporteresti se ti trovassi a dover scappare da un castello pieno di trappole, inseguito da un fantasma?

In questo gioco il protagonista sei tu. Un esperto del soprannaturale e dell’occulto, un Ghost Hunter. Insieme al tuo team siete stati assunti per determinare una volta per tutte se il grande maniero in città è effettivamente infestato.

Non tutto però è andato come speravate. Entrando nella struttura avete svegliato il fantasma di uno dei suoi antichi proprietari, il Conte Spooksalot. Questi tenterà di catturarvi in ogni modo per imprigionarvi nelle segrete del suo palazzo misterioso. Starà a voi riuscire a scappare.

Questo fantastico gioco per famiglie è una riedizione del gioco già uscito nel 1970 negli Stati Uniti “Which Witch?” e sbarcato in Italia nel 1972 con il nome “Castello Incantato” realizzato da Editrice Giochi, presente nelle case di molti. Nel corso degli anni il gioco ha visto numerose correzioni, modifiche e rifacimenti.

Nel 1985, pubblicata dalla Milton Bradley Company MB, in Italia esce finalmente con il nome di “Brivido”.

Gioco da tavolo Brivido: Cosa contiene?

Nella scatola ci sarà tutto il necessario per giocare. Montare il gioco è davvero facile sopratutto con l’aiuto del video di istruzioni che potrai trovare direttamente nelle pagine dove è possibile acquistare il gioco. La scatola contiene i seguenti elementi:

  • 8 pedine di cartoncino;
  • 1 dado a sei facce;
  • 1 fantasma luminescente con meccanismo di rilascio biglia;
  • 1 biglia di metallo;
  • 1 smista palla;
  • Diversi elementi da posizionare sul tabellone (ascia, scale, cima della torre, meccanismo per la libreria, meccanismo per l’apertura del dipinto);
  • 1 tabellone 3D in cartone;
  • 1 manuale di istruzioni.

Descrizione del gioco da tavolo Brivido:

Gioco da tavolo Brivido per ragazzi

  • Grandi Giochi GHT01000 Brivido 

Il gioco riunisce tutta la famiglia, dai 6 ai 99+ anni di età e ci si può giocare dalle 2 alle 8 persone. Il primo passo da compiere è montare il tabellone di gioco, composto da parecchi pezzi. Così facendo andrete a ricostruire lo sfarzoso seppur macabro castello.

Le quattro stanze (la Biblioteca, il Salone d’Ingresso, la Galleria d’Arte, e il Laboratorio) che si andranno a formare saranno piene di creature misteriose, fantasmi, vampiri e cavalieri oscuri, ma sopratutto ogni stanza conterrà una trappola: l’ascia, il ritratto, le scale traballanti o la libreria.

Scappare non sarà però così facile, il castello è pieno di passaggi segreti e tranelli che vi sproneranno a trovare la soluzione più veloce per raggiungere la salvezza.

Istruzioni del gioco da tavolo Brivido:

Posizionate le pedine nel punto di partenza, vicino alla cima della torre. Tirate ora il dado, composto da 6 facce (5 numeri da 1 a 5 e una faccia contenente la figura di un fantasma).

Muovete ora la pedina sulle orme che trovate nel tabellone, seguendo il numero che vi è uscito lanciando il dado. Come vedrete le orme hanno colori differenti: verdi, gialle, blu, rosse e alcune circondate da una stella.

Ogni colore rappresenta un’azione differente.

  • La orme blu fungono da punto di salvataggio e ripartenza nel caso in cui foste colpiti da una trappola (proprio come un vero checkpoint),
  • le orme rosse, così come anche dovesse uscirvi il personaggio del fantasma lanciando i dadi, andranno ad attivare il fantasma situato sul castello, che rilascerà la biglia andando ad attivare una delle trappole presenti nel gioco,
  • le orme gialle e verdi rappresentano un punto sicuro e le orme contornate dalla stella vi daranno accesso ai passaggi segreti presenti sulla mappa, per spostarvi più rapidamente sul tabellone.

Attenzione: Non è possibile stare in 2 sulla stessa orma, se dovesse capitare che lanciando il dado vi esca una postazione già occupata dovrete posizionarvi sulla casella successiva. In alcuni punti del percorso vi troverete davanti ad un bivio: due possibili strade da percorrere, una più sicura ma più lunga, l’altra più breve ma più pericolosa.

Ovviamente il giocatore la cui pedina uscirà per prima dal castello sarà il vincitore.

Gioco da tavolo Brivido: Differenze con il gioco originale

Gioco da tavolo brivido anni '80

Alcune differenze sostanziali si possono notare fra questa nuova versione e le versioni precedenti del gioco.

  • Nell’ originale il percorso da seguire partiva dall’esterno del campo e lo scopo era salire fino alla torre più alta per chiudere la bara del conte, così da imprigionarlo per sempre. Qui invece partiamo dall’ultimo piano del castello e dobbiamo uscire il più velocemente possibile.
  • Nella versione originale il dado non presentava la figura del fantasma, era bensì un semplice dado a sei facce numeriche (1-6). Era presente però una ruota spinner da girare, riportante il simbolo di penitenza o di rilascio del dado. In alcune versioni la ruota venne sostituita dalle carte da gioco: ogni giocatore pescava una carta di gioco che poteva contenere o una penitenza o un’opportunità. All’interno del mazzo di carte era possibile trovare anche la carta della strega in grado di trasformare uno dei giocatori in topo, e la carta della fata, con il compito di far tornare umano lo sventurato giocatore.
  • Al posto del fantasma fosforescente nella versione originale vi era un teschio, che andava a sostituire anche la biglia. Bisognava sganciare il teschio stesso che molto spesso vista la conformazione si incastrava nei cunicoli interni del gioco.
  • Le stanze, tra le diverse edizioni, sono state modificate. Nella versione più famosa in Italia le quattro stanze erano: La Stanza delle Scope, Le Segrete dei Pipistrelli, La Stanza dello Scheletro, La Biblioteca del Fantasma e Il Giardino del Mostro.
  • Nelle Stanze cambiavano le trappole: al posto del dipinto come passaggio segreto trovavamo uno scheletro; l’ascia del cavaliere non cadeva su un elemento del pavimento traballante ma direttamente sul malcapitato; il pavimento traballante si trovava invece in una terza stanza, la Biblioteca. Nella riedizione del 2021 troviamo una trappola nuova e aggiuntiva, la libreria.
  • Nel gioco degli anni ’80 tutto era in cartone leggero, facilmente deteriorabile, e solamente l’intera torre centrale era in plastica rigida. In questo nuova versione il cartone usato è molto più resistente e la torre centrale ha solamente il tetto e lo smistatore in plastica rigida, mantenendo però sempre in plastica anche la scala, l’ascia e il macchinario per la libreria.

Considerazioni finali:

Il gioco rappresenta sicuramente un classico per famiglie. Il ritmo è variabile e dipende sicuramente dalla fortuna nel lancio dei dadi, ma anche nell’abilità di liberarsi dalle trappole e dall’utilizzo corretto dei passaggi segreti.

Non possiamo stabilire con certezza la durata di ogni singola partita, ma dopo tutto riuscireste voi a determinare il tempo di una fuga da una casa infestata da spiriti?

La grafica, rispetto alla versione originale cult degli anni ’80, è completamente rimodernata, funzionale per il gioco e piena di dettagli. I meccanismi che azionano le trappole sono stati migliorati. La biglia in metallo cadendo si ferma in un punto ben preciso e non rischia di vagare sul tavolo di gioco causando un terremoto.

Il tabellone di gioco è la scatola stessa e questo sicuramente permette alla biglia di non perdersi ovunque, avendo i bordi laterali. Inoltre è davvero facile da montare e smontare, anche grazie alla guida video.

Recent Posts